La sfogliata del monastero della Croce di Lucca

La ricetta originaria delle suore del 1624 è ancora vivida nella vita dei napoletani del 1800.Sfogliata sfogliatella
Ferdinando Russo nel 1891 usa direttamente l’espressione “Croce di Lucca” per definire autenticità dei dolci preferiti dal Padreterno.
”…   Mo aggia avuto ‘na canesta – m’ha mannata ‘a Croce ‘e Lucca! – Songo cierte sfugliatelle, – quann’è ogge ca ‘e spartimmo…”.
Oggi, sono definite “Classiche” quelle arricchite da ricotta provenienti da Amalfi, introdotte nell’800 a Napoli da Pintauro e rielaborate da altri famosi pasticcieri. Se ne trovano di ottime dovunque a Napoli.

La “Classica” di Sfogliate e Sfogliatelle e la “Croce di Lucca” attente a non superare in sovrabbondanza la tradizione popolare

Presso il negozio  “Sfogliate e sfogliatelle” , si gustano:
– quella detta “classica”, su ricetta dell’800 nella sua composizione più semplice e misurata, attenta a non superare in lusso i limiti della tradizione più autentica
– l’antica “Croce di Lucca”, la cui ricetta, risalente al monastero del 1624, è stata recuperata dopo attenta ricerca.